Carta e penna: un bene per la creatività

La tecnologia ha indiscutibilmente fornito un sostanziale supporto alla scrittura e all’apprendimento ma non può e non deve sostituirsi ad essa. Dare la precedenza assoluta al mondo virtuale appare una scelta incauta – spiegano psicologi e neuropsichiatri.

Fra la penna elettronica e la penna su carta quest’ultima ha il vantaggio di poter incidere su un vero materiale fisico sviluppando così, in modo più completo, le tante connessioni neuro cerebrali, articolate e raffinate, imparagonabili all’uso della tastiera.

La scrittura a mano stimola infatti lo sviluppo del linguaggio e la memoria di lavoro a breve termine!

Scopri di più sul Mondo della Carta