Etichettatura ambientale obbligatoria da gennaio 2023

Forse non sai che a partire dal 1 gennaio 2023 gli imballaggi destinati a noi consumatori finali devono riportare sempre le indicazioni per consentire di effettuare correttamente raccolta, riutilizzo, recupero e riciclaggio. Tutte questa informazioni sono raccolte nell’etichettatura ambientale.

Qui sotto ti diamo le informazioni minime che potrai trovare sugli imballaggi:

. Tipologia di imballaggio (es. bottiglia, vaschetta, flacone, etichetta, involucro, etc.)

. Identificazione del materiale (è un codice alfanumerico. Per la carta si usano i codici PAP o C/PAP seguiti da un numero)

. Famiglia del materiale:
– acciaio, alluminio, plastica, carta, legno plastica, vetro, etc.
– indicazioni per la raccolta (differenziata o indifferenziata), da confrontare sempre con le disposizioni del tuo Comune.

Oltre a queste informazioni minime è possibile associare  altre informazioni ambientali, per esempio un simbolo grafico per la raccolta differenziata di qualità, riciclabilità, marchi ambientali, compostabilità.

Guarda quindi sempre l’etichetta ambientale e non buttare nel bidone della carta prodotti che non siano carta!

 

Scopri di più sul Mondo della Carta